Centro sanitario comunitario

Un Checkpoint è un centro sanitario per gay e uomini che fanno sesso con altri uomini (MSM). I Checkpoint di Losanna e Zurigo assistono anche le persone transgender e i/le loro partner.

Terapie e trattamenti

HIV

Epatite

Altre infezioni virali (herpes, HPV)

Infezioni batteriche (sifilide, clamidia e scolo/gonorrea)

In caso di HIV: terapia antiretrovirale (ART)

Oggigiorno sono disponibili talmente tanti tipi di terapie antiretrovirali che per ogni situazione può essere trovata una combinazione adeguata e povera di effetti collaterali.

Un monitoraggio periodico controlla l’efficacia e la tollerabilità della terapia che, se seguita regolarmente, è in genere efficace per diversi anni/decenni. Con una completa soppressione della carica virale e in assenza di altre infezioni sessualmente trasmissibili, il rischio di trasmissione dell’HIV in una relazione fissa viene considerato «estremamente improbabile». L’inizio della terapia dipende dal momento della diagnosi (caso speciale: primoinfezione, vedi sotto), dalla situazione immunitaria (livello/sviluppo delle cellule T helper) e da fattori individuali (ulteriori malattie, età, ecc.). Spesso viene somministrata una combinazione di tre farmaci, da prendere idealmente in forma di una compressa al giorno. Solo in alcuni casi vanno assunti tenendo conto dell’assunzione di cibo. L’unico caso mondiale di guarigione completa dall’HIV riguarda il cosiddetto paziente di Berlino. In alcuni casi in cui la terapia è stata iniziata molto presto (nei primi giorni/nelle prime settimane di un’infezione HIV), dopo i primi anni di terapia si è osservata una situazione immunitaria stabile anche senza ART. Ma anche senza queste «situazioni straordinarie», i pazienti affetti da HIV hanno in ampia misura le stesse aspettative di vita delle persone sieronegative, soprattutto se vengono evitati i rischi di un invecchiamento precoce del sistema cardiovascolare (fumo, pressione alta).